San Lorenzo «patria» della città fracassona

San Lorenzo, Navigli, Brera: le preferite nelle notti mondane milanesi vincono anche nella classifica del chiasso estivo. Niente di nuovo all’ombra delle colonne, con San Lorenzo che conserva da anni il primato assegnatole dal numero di reclami da parte dei residenti. Se fino a qualche tempo fa, il cittadino insonne apriva le finestre e lanciava un urlo, o più concretamente un secchio d’acqua, verso i chitarristi della notte e i ragazzi in strada, ora trattiene la rabbia e protesta via cavo. Oltre 160 le segnalazioni ricevute dal Codacons nel mese di luglio, cinque al giorno, attraverso e-mail o telefonate. Rispetto allo scorso anno entra nella top ten del rumore milanese, che conta la zona dell’ippodromo e via Raffaello Sanzio al quarto e quinto posto, anche l’asse Buenos Aires-viale Monza. «È un vero peccato che quando finalmente la città diventa più vivibile in termini di traffico - commenta il presidente dell’associazione consumatori Marco Maria Donzelli -, l’inquinamento acustico diventi più fastidioso».