San Lorenzo, patto per togliere le transenne

Marcia indietro del Comune sul transennamento del sagrato di San Lorenzo. Resta l’interdizione ad avvicinarsi alle Colonne, ma sarà lasciata libera una porzione più ampia della piazza. Questo il primo effetto del «patto» che il sindaco Letizia Moratti ha deciso di stringere con i residenti della zona. «Un patto - ha commentato - perché tutti possano vivere e godere di questo pezzo della città». Invariati gli altri punti dell’ordinanza anti-degrado: divieto di vendere birre e bevande in bottiglia, obbligo di chiusura alle due per i locali della zona, presidio fisso delle forze dell’ordine nel sagrato. Una parziale vittoria, la riduzione dell’area off-limit, anche dei ragazzi che nei giorni scorsi si erano fatti portavoce del malcontento di quanti vivono la notte «alle Colonne». «La nuova disposizione - ha dichiarato il vicesindaco Riccardo De Corato - ha carattere sperimentale: se riprenderanno i ben noti atti vandalici ci saranno di conseguenza nuove modifiche».