San Martino, insegue la figlia, cade e muore

Insegue la figlia in fuga lungo i viali del San Martino, cade, sbatte la testa e muore. È quanto è accaduto domenica a Giuseppe Ferraris, 49 anni, che intorno alle 14 aveva fatto visita alla figlia ventenne, ricoverata nel reparto di Psichiatria di diagnosi e cura gestito dalla Asl 3 all’interno del padiglione 11. L’uomo, dopo aver ottenuto il permesso di portare fuori dalla struttura ospedaliera la figlia, si è incamminato nel parco dell’ospedale in compagnia della paziente e del suo fidanzato, che aveva accompagnato il padre nella visita. Intorno alle 14.30 la giovane, probabilmente spaventata per qualcosa, è fuggita scendendo a gran velocità lungo la scarpata di fronte al padiglione 9, inseguita dagli accompagnatori.
Lei e il fidanzato sono finiti in fondo ad una ripida discesa senza riportare alcun danno, mentre il padre, precipitato a testa in giù, ha compiuto un volo di circa tre metri. Le condizioni dell’uomo sono apparse subito gravissime. Nelle ore successive è stato sottoposto a diverse operazioni, tra cui l’asportazione della milza e di un polmone, ma invano. Purtroppo, dopo alcune ore dalla caduta, non ci sono stati miglioramenti e si sono perse le speranze di salvarlo: intorno alle 21.30 l’uomo è deceduto. Sul fatto la Procura aprirà un’inchiesta per stabilire eventuali responsabilità.