San Paolo Tutti assolti per l’aborto del feto sano

Due medici e il direttore sanitario dell’ospedale San Paolo sono stati assolti per l’aborto selettivo cui era stata sottoposta una paziente in attesa di due gemelle, una delle quali affetta da sindrome di Down. L’interruzione di gravidanza venne però eseguita sul feto sano e non su quello malato. I due imputati erano accusati di omicidio colposo, il direttore sanitario di omessa denuncia. Il pm Marco Ghezzi aveva chiesto ai giudici della nona sezione penale la condanna dei medici a due mesi di reclusione e una pena pecuniaria per il terzo imputato.