San Patrignano, Alfano al Wefree day: "La droga è un'emergenza nazionale"

&quot;Costo altissimo in termini di infelicità, c'è il rischio di una generazione di giovani declinante, sempre più incapace di sperare&quot;<br />

San Patrignano - "Il problema droga è una sfida globale che richiede una risposta globale". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, al forum "Dipende da noi" nell’ambito della manifestazione "WeFree Day" a San Patrignano, la comunità fondata da Vincenzo Muccioli che il ministro ha visitato per la prima volta in occasione della giornata dedicata alla prevenzione. "Il Paese paga per la tossicodipendenza un costo in termini di processi, situazione detentiva, sicurezza sociale e assistenza - ha spiegato Alfano - ma la somma di questi quattro costi non è nulla rispetto al costo più grande in termini di infelicità, al rischio di una generazione di giovani declinante, sempre più incapace di sperare".

I dati sulle tossicodipendenze Qualche dato fornito dal ministro: in ambito carcerario il 23% dei detenuti è tossicodipendente, su 68mila ben 15mila sono tossicodipendenti, i consumatori di cocaina sono passati dal 2001 al 2010 da 400mila persone a 1 milione. Per Alfano, "la lotta alla droga richiede impegno sinergico e globale, che preveda una cooperazione giudiziaria di latitudine mondiale": un impegno di lungo periodo che richiede "una risposta educativa; assistenza e contrasto criminale" ma anche "una fase centrale dedicata al reinserimento", perchè "bisogna tornare a inoculare nelle nuove generazioni l’orgoglio e la voglia di vivere". Con il ministro italiano, sulla globalità del problema droga ha concordato Carlos Enrique Robledo Solano, vicedirettore della Direzione Nazionale Antinarcotici della Colombia, spiegando che oggi il suo Paese "non è più solamente produttore ma anche, per la prima volta, consumatore medio". "Il problema del narcotraffico ha assunto una dimensione globale che necessita una risposta globale, dove tutti i soggetti in causa - ha detto ancora Solano - devono contribuire ad una azione condivisa. Ritengo - ha concluso - che la comunità di San Patrignano possa essere in tempi brevi replicata anche nel nostro Paese come modello di efficacia nell’ambito delle politiche di prevenzione al consumo".