A San Siro un calcio alla Sla: in campo vip e imprenditori

La stagione è finita, ma i campioni della serie A non abbandonano il manto verde di San Siro. C'è una partita, molto importante, da vincere soprattutto fuori dal campo. Anzi, le sfide sono addirittura due: una contro la sclerosi multipla, l'altra per dare sollievo ai bambini dell'Abruzzo colpiti dalla tragedia del terremoto.
Ecco perché Gianluca Zambrotta, Nicola Legrottaglie, Francesco Toldo e molte altre star del nostro campionato calcheranno l'erba del Meazza lunedì 1 giugno alle 18 e 30 in una partita di beneficenza del loro Fair Play Team. Una squadra di calciatori veri, allenata da un allenatore vero, Arrigo Sacchi, che gioca esclusivamente per raccogliere fondi destinati a opere di bene. Per l'occasione il Fair Play Team sarà integrato dai membri della Nazionale Calcio Tv, tra cui Paolo Bonolis, Teo Mammuccari e Gene Gnocchi, solo per citarne alcuni. Contro, invece, ci sarà la Nazionale degli Imprenditori del presidente e giocatore Tommaso Ghirardi. Il patron del Parma sarà affiancato in campo dall'assessore allo Sport Alan Rizzi, ex promessa dell'Inter Primavera di fine anni Ottanta, dall'imprenditore Paolo Ligresti, promotore insieme al pilota Jarno Trulli del comitato Abruzzo nel Cuore, e dal presidente dell'Atalanta, Alessandro Ruggeri. Oltre che da molti volti noti dell'imprenditoria italiana. «Il Comune di Milano è onorato di poter ospitare questo evento che consentirà di dare un contributo concreto all'Associazione italiana sclerosi multipla e ai bambini dell'Abruzzo - ha detto l'assessore Rizzi -. Per questo, non solo abbiamo patrocinato l'iniziativa ma siamo stati felici di concedere gratuitamente lo stadio con tutti i servizi. Sono sicuro che i milanesi risponderanno all'invito e parteciperanno numerosi». L'ingresso costa 10 euro, ma sarà gratuito per i bambini sotto i 12 anni d'età. I biglietti si possono acquistare nelle filiali di Banca Intesa-San Paolo e nelle rivendite di fronte all stadio.