San Siro Per un guasto al freddo 1.300 famiglie

Quartiere San Siro, più di 1.300 famiglie al freddo. Negli stabili Aler manca il riscaldamento per una perdita nella rete di distribuzione. «Disagio non da poco in questi giorni di gelo» osserva Loris Zaffra, presidente di Aler: «Restiamo vicini agli inquilini anche con tutte le misure di emergenza possibili per aiutare le famiglie». L’azienda ha infatti predisposto un piano di pronto intervento per sostenere il quartiere: sono state messe a disposizione degli inquilini sia stufette elettriche che ospitalità in alberghi e pasti caldi. Intervento a totale carico di Aler nell’attesa del ripristino dell’impianto la cui gestione è affidata a A2A che, fa sapere una nota di Aler, «con l’utilizzo di sofisticate apparecchiature tecnologiche, sta individuando la perdita e sta provvedendo a sistemare i guasti». I tecnici Aler stanno fornendo «ad A2A tutto il supporto necessario per il ripristino della rete che, si ricorda, è stata per il 60 per cento completamente rinnovata e il restante è oggetto di lavori in corso». E mentre Carmela Rozza (Pd) parla di «gravissimo disservizio» e di «intervento tardivo», il Sunia ne approfitta per attaccare Regione Lombardia: «Non si permettano più di dire che gli inquilini dei quartieri popolari sono dei privilegiati». Polemiche «strumentali» chiosano Forza Italia, An e Lega: «Aler è prontamente intervenuta e offerto agli inquilini un adeguato sostegno». Resta comunque il disagio di 1300 famiglie che si trovano ad affrontare loro malgrado giornate di freddo.