San Siro da record per la sfida dell’anno

Oltre 82mila spettatori, di cui circa 10mila in arrivo da Torino, incassi sopra i 2,5 milioni di euro, 186 Paesi collegati, 600 tra giornalisti, fotografi e operatori televisivi, 41 telecamere disseminate in ogni angolo del Meazza. Più di 500 agenti schierati in ordine pubblico, anche se dalle due tifoserie arrivano per il momento segnali tranquillizzanti. Inter-Juve ha sempre quel sapore un po’ speciale, non a caso è il «derby d’Italia», poiché si gioca tra le uniche due squadre mai retrocesse in B. Figuriamoci quando in palio c’è il primo posto, sogno accarezzato dai neroazzurri nonostante i -9 in classifica. Grande attenzione come al solito al confronto tra le tifoserie, anche se dagli ultrà arrivano segnali rassicuranti. Questo ovviamente non farà abbassare la guardia. La maggior parte dei tifosi arriveranno in pullman e saranno scortati fin dalla partenza, e lungo l’autostrada, con divieto di sosta nelle aree di servizio. Particolare attenzione anche al loro ingresso in città, soprattutto quando i mezzi attraversano via Novara, tradizionale luogo di agguati da parte degli ultrà milanesi.