San Siro «vendesi» per trenta milioni

Il Comune ha lanciato un segnale preciso a Inter e Milan: 30 milioni di euro e San Siro è vostro.
In giornate di saldi può sembrare una burla, potrebbe invece essere il colpo dell’anno se la settimana entrante nell’ufficio del direttore generale Giorgio Porta verranno messe le firme sotto la concessione di diritto di superficie per 99 anni.
Il colpo decisivo al tormentone potrebbe essere la decisione del Comune di riconoscere ai due club le spese sostenute per la manutenzione dello stadio dal 2000 al 2010 come anticipo sull’acquisto, circa 50 milioni di euro.
Le parti hanno raggiunto un accordo di massima, il Comune eviterebbe di sobbarcarsi ulteriori spese, Inter e Milan potrebbero a questo punto investire come meglio credono su San Siro, tenendo presente che l’area dell’ex Palazzetto dello sport crollato sotto la nevicata dell’85, è imprescindibile da qualunque progetto e quindi va acquistata. Questo non esclude che i due club continuino a progettare un loro stadio nuovo.