Sangalli attacca: «In questa manovra niente di europeo»

Bruxelles. Nella Finanziaria «non c’è niente di europeo». È dura la critica lanciata alla legge di bilancio dal presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, ieri a Bruxelles per partecipare a un incontro con gli europarlamentari italiani e alcuni esponenti della Commissione europea. Nella legge finanziaria, secondo Sangalli, «si spende di più, non si affronta con determinazione il nodo del controllo, della riqualificazione e della riduzione della spesa pubblica e, così, la tregua fiscale si risolve, ad andare bene, in una conferma per il 2008 della pressione fiscale al livello troppo elevato di quest’anno, il 43 per cento».