Sangue, un sabato per incentivare le donazioni

L’assessore Battaglia: «L’obiettivo per il 2007 sono 180mila sacche»

Sabato 24 marzo sarà la giornata dedicata alla donazione e alla raccolta di sangue, promossa dall’assessorato alla Sanità della Regione Lazio. La «gara di solidarietà» dei donatori vedrà come protagonisti i Municipi X e XIX, che hanno predisposto delle postazioni strategiche che accoglieranno i donatori, dalle 8 alle 13. Il municipio X ospiterà i centri di raccolta del sangue nella sala consiliare di Piazza Cinecittà 11, nel poliambulatorio di via Cartagine 85 e nella caserma dei vigili del fuoco, in via Scribonio Curone. Nel quadrante opposto della città, nel XIX municipio, saranno messe a disposizione altre due postazioni: un’autoemoteca nei pressi della fermata metro Battistini e una tenda allestita in piazza Capecelatro. Ma le donazioni inizieranno, già domani, dalle 8 alle 12 in via Teofilo Patini 1, presso l’ufficio dell’immigrazione della questura di Roma. «L’obiettivo che ci siamo posti per il 2007 - spiega Augusto Battaglia, assessore alla Sanità della regione Lazio - è raggiungere 180mila sacche di raccolta del sangue». E il traguardo non sembra lontano, visto che i donatori sono aumentati del 9,8 per cento rispetto all’anno scorso. E solo nel primo bimestre del 2007, la raccolta è aumentata del 12,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Dati importanti che testimoniano che il Lazio non è più la regione fanalino di coda tra quelle italiane. «Risultati che hanno - continua l’assessore - fatto fronte nei mesi estivi alle richieste di sangue, senza ricorrere all’acquisto di sacche dall’estero». Anche i tifosi giallorossi doneranno il sangue presso i circoli di Testaccio e della Garbatella. «Abbiamo avvisato - conclude divertito Battaglia - anche il presidente Lotito, per la raccolta del sangue dei tifosi biancoazzurri».