Alla Sanità i dipendenti più pagati

Reddito medio di 49mila euro alla Salute, ultimi gli addetti ai Beni culturali con 35mila euro. A sorpresa l’Ambiente tallona la Giustizia

da Milano

I dipendenti statali meglio pagati in Italia sono quelli del ministero della Salute. Ogni dipendente della Sanità costa allo Stato circa 49.726 euro l’anno, 10.000 euro in più rispetto alla media di tutti i ministeriali. I maestri, gli insegnanti e i professori pagati dal ministero dell’Istruzione - pur rappresentando il gruppo più folto di tutti gli Statali - si piazzano invece al tredicesimo posto. È il penultimo gradino della classifica degli stipendi con un lavoro ordinario retribuito con 36.600 milioni, che supera solo i colleghi del ministero per i Beni e le attività culturali retribuiti annualmente con 35.557 euro.
A fare i conti, mettendo nero su bianco le previsioni nel Budget dello Stato del 2006, è la Ragioneria generale dello Stato. E nella speciale classifica, calcolata in base alla retribuzione lorda del lavoro ordinario, non mancano sorprese. Sul podio, tra le prime tre, sale anche il ministero dell’Ambiente, che ha beneficiato di un aumento del 10,3% rispetto all’anno precedente.
Se i dipendenti del ministero della Sanità spingono al secondo posto i «colleghi» della Giustizia (tra i quali giudici e pm) che hanno un costo retributivo medio di 48.390 euro l’anno, i travet dell’Ambiente si insediano sul terzo gradino con una retribuzione lorda di 45.475 euro. I dipendenti del ministero dell’economia reale (le Attività produttive) superano poi i colleghi che si occupano dei conti dello Stato e delle grandezze macro economiche (il Tesoro) 44.748 contro 44.130 euro l’anno. Solo in sesta posizione, poi, i dipendenti degli Affari esteri, con 43.164 euro per il «lavoro ordinario».
A influire sulla loro busta paga sono però le missioni all’estero e altri incentivi: se si considerano anche queste altre voci i dipendenti della Farnesina, tra cui i diplomatici, balzano al primo posto. Gli Interni sono al settimo posto (40.884 euro di retribuzione lorda per il lavoro ordinario) e battono la Difesa, all’undicesimo posto con 38.919. La classifica prosegue poi con i dipendenti delle Politiche agricole (all’ottavo con 39.852), quelli delle Comunicazioni (al nono con 39.449), Infrastrutture (al decimo con 38.943), che superano anche il Welfare (al dodicesimo con 38.004 euro). Fanalino di coda sono poi l’Istruzione, con i suoi 1.123.011 dipendenti pagati in media 38.916 euro, e i Beni culturali, che registrano una retribuzione di 35.557 euro.