Sanità, il ministro nei guai per le tasse

Nuovo scandalo nell’amministrazione Obama. E ancora una volta di mezzo ci sono i contributi versati da uno degli stretti collaboratori del presidente. Tom Daschle, l’ex leader democratico al Senato nominato ministro della Sanità da Barack Obama, negli ultimi tre anni non ha pagato le tasse per oltre 128mila dollari. La rivelazione potrebbe creare più di un problema al momento della conferma della nomina al Senato.
Secondo un rapporto della commissione Finanze del Senato, infatti Daschle ha pagato solo sei giorni prima dell’inizio delle audizioni di conferma in commissione oltre 100mila dollari, più 12mila di multa ed interessi, relativi a consulenze non dichiarate, controverse donazioni ad associazioni di beneficenza e un’auto con autista fornita da un ditta dell’imprenditore, e grande finanziatore del Partito democratico, Leo Hindrey. La portavoce di Daschle ha ammesso che l’ex senatore ha pagato tasse in arretrato, riferendosi ad un errore recentemente scoperto da uno suoi commercialisti riguardo all’utilizzo dell’auto di lusso.
Anche Timothy Geithner aveva ammesso degli errorì nel pagamento delle tasse, versando 43mila dollari in arretrati. Il ministro del Tesoro è stato confermato dal Senato ed ha giurato lo scorso 26 gennaio.