Sanità Storace riabilitato «E Marrazzo sta in silenzio»

«Il silenzio di Marrazzo sulla correttezza della mia amministrazione nelle politiche di rientro del debito che trovammo, così come finalmente certificato dalla Corte dei Conti, è indecente». Lo sostiene, in una nota, il segretario de La Destra, Francesco Storace, in seguito alla sentenza della Corte dei Conti «che ha messo la parola fine alle polemiche sull’atteggiamento dell’amministrazione regionale che ho guidato prima di lui». Secondo Storace, «il capo di un’istituzione (...) dovrebbe dire che il debito è strutturale, sistemico, e non dovuto alle azioni contingenti di chi amministra. Ma non può farlo, perché altrimenti casca l’impalcatura che ha edificato al solo scopo di campare senza rendere conto delle proprie azioni. L’amministrazione di centrosinistra ha aumentato persino il disavanzo annuale rispetto a quella di centrodestra e nonostante la pioggia di miliardi di euro arrivati dai vari governi, da Prodi e Berlusconi. Con una sola differenza, però: io gli ospedali li ho aperti, Marrazzo li chiude».