Sanlorenzo controtendenza e terzo posto nell’Order Book

Il cantiere guidato da Perotti chiude il 2010 con un +8% sul 2009 a 196 milioni e torna ai livelli pre-crisi (198 milioni nel 2008)

Performance controtendenza e terzo posto nell’Order Book Sanlorenzo in controtenden­za. Chiude il 2010 con un +8% ton­do ( sul 2009) a 196 milioni e torna ai livelli pre-crisi (198 milioni nel 2008). Il cantiere guidato da Massi­mo Perotti - si legge in una nota ­non praticando una politica di sconti aggressiva, grazie ai punti specifici di forza del suo brand (yacht su misura; design classico e sobrio che si consolida come un valore al di sopra del tempo; mer­cato radicato nella mitteleuropa, ma con forti aperture verso nuove realta; distribuzione diretta attra­verso una rete misurata di Brand Representative, costituita da so­cieta partecipate in maggioranza da Sanlorenzo) ha saputo mante­nere un vantaggio competitivo e a consolidare il suo marchio, riu­scendo anche per il 2010, in con­trotendenza ad aumentare il risul­tato 2009. Nel 2011 Sanlorenzo è salito al terzo posto nella classifi­ca del Global Order Book, l’elenco annuale degli ordini dei costrutto­ri i­nternazionali di superyacht sti­lata dalla rivista americana Showboats , dietro al primo classi­ficato Ferrettigroup e al gruppo Azimut-Benetti. (che raggruppa nella classifica i due marchi Azi­mut Yachts e Benetti). Intanto Sanlorenzo ha inaugurato la nuo­va darsena della Marina Travelift che ha messo a disposizione del cantiere 8 nuovi posti barca e un bacino di alaggio e varo per imbar­cazioni fino a 30 metri.
NuPag