Sanofi-Aventis crolla a Parigi

L’inatteso calo negli Usa dell’indice Filadelfia Fed ha precluso qualsiasi tentativo di rimbalzo dei principali indici borsistici della Borsa di New York. A un’ora dalla chiusura, il Dow Jones era pressoché invariato e il Nasdaq perdeva lo 0,29%. In ripresa Goldman Sachs, dopo un avvio incerto causato dal calo del 27% dell’utile trimestrale. Tra le concorrenti Lehman Brothers e Bear Stearns migliorano dell’1,6%. In campo automobilistico cresce Ford (più 2%), mentre cede General Motors (meno 2,1%). L’annuncio dell’operazione Pfizer penalizza il titolo, mentre Vicuron (più 76,3%) si allinea al valore dell’offerta Pfizer. In Europa, Londra cresce dello 0,47%, grazie all’impennata dei minerari, con Bhp Billiton in crescita del 4,2%, Rio Tinto e Antofagasta del 3,7%. A Francoforte Hvb chiude con un rialzo dell’1,8% dopo le voci di una possibile controfferta da parte delle francesi Bnp Paribas e SocGen. A Parigi crollo di Sanofi-Aventis (meno 5,41%).

Annunci

Altri articoli