Sanpaolo primo In attivo Bpu e Bpm

Parte in salita il 2006 dei fondi comuni italiani. Soltanto tre dei primi 10 gruppi per patrimonio in gestione ha chiuso il primo mese dell´anno con un saldo positivo di raccolta netta: Sanpaolo Imi (314,6 milioni di euro), Banche popolari Unite (155,7 milioni) e Mediolanum (122,7 milioni). Mentre, relativamente, ai successivi 10 gruppi, quelli che occupano le posizioni tra l´undicesimo e il ventesimo posto, la metà chiude con un volume di sottoscrizioni superiore a quello dei riscatti: gruppo Bipiemme (63,4 milioni di euro), gruppo Generali (105,8 milioni), gruppo Azimut (176,4 milioni), Anima (5,5 milioni) e Carifirenze (11,7 milioni). In territorio negativo, invece, tutti gli altri principali gruppi da Pioneer Unicredito (meno 134,3 milioni di euro) al gruppo Crediti Agricole-Banca Intesa (meno 502,9 milioni), dal gruppo Capitalia (meno 237,1 milioni) ad Arca (meno 186,3 milioni), da Montepaschi (meno 144,8 milioni) a Banco popolare di Verona e Novara (meno 107,9 milioni), da Bnl (meno 162,8 milioni) a Banca Lombarda (meno 104,3 milioni), da Credito Emeiliano (meno 136,8 milioni) a Deutsche bank (meno 334,9 milioni). Andamento contrastante, ma con più luci che ombre, pure nelle reti di promotori e nelle società di gestione del risparmio (Sgr) indipendenti. Tra le prime, a parte RasBank (meno 8,6 milioni), hanno chiuso con un saldo mensile positivo di raccolta Banca Fideuram (192,5 milioni), oltre le già citate Banca Generali, Azimut e Mediolanum. Stesso discorso per le Sgr indipendenti che, a parte Grifogest (-83 mlioni) e Vegagest (meno 21,9 milioni) hanno saputo raccogliere più adesioni che riscatti: da Kairos partners (123,4 milioni) a Consultinvest (18,1 milioni), da Ersel (67,7 milioni) al gruppo Banca Intermobiliare (5,8 milioni) oltre la già citata Anima. Da notare, infine, l´andamento divergente tra i flussi mensili diretti a due Sgr specializzate in fondi di fondi hedge: a fronte di un saldo negativo di Banca Esperia (meno 79,3 milioni) ne è stato registrato uno positivo da parte di Hedge invest (21, 1 milioni)