Sanremo, accoltella e uccide la ex Già accusato di un altro omicidio

Dopo averla a lungo pedinata, il ragazzo l'avrebbe colpita con un coltello da cucina alla gola e al seno fino a farla morire dissanguata. Il presunto omicida, Luca Delfino, è stato arrestato. Era stato già accusato nel 2006 dell'omicidio di un'altra donna genovese

Sanremo - Una giovane commessa di 33 anni, Maria Antonietta Multari, è morta dissanguata in seguito alle coltellate infertele alla gola e al seno dall'ex fidanzato, Luca Delfino. L'aggressione è avvenuta poco dopo le 14.30, in via Volta, a Sanremo. I sospetti sono immediatamente caduti sull'ex fidanzato, che è stato già arrestato e adesso si trova nei locali del commissariato di Sanremo, a disposizione del pubblico ministero Vittore Ferraro. Il ragazzo era stato già accusato dell'omicidio di un'altra ex fidanzata, Luciana Biggi, uccisa nel centro di Genova nel 2006.

Accoltellata alla gola e al seno Stando ai primi accertamenti, la donna sarebbe stata aggredita alle spalle, mentre passeggiava con un'amica in via Volta, che sorge a poche centinaia di metri in linea d’aria dal centro nevralgico della città. L'omicidio si è consumato davanti agli occhi di decine di residenti e turisti. Pare che l’uomo, abbia inferto all’ex fidanzata più coltellate alla gola e al corpo. L'amica della vittima è ancora sotto choc per l’accaduto. Maria Antonietta Multari, 33 anni (domani ne avrebbe compiuti 34), una giovane commessa di Ventimiglia aggredita poco dopo le 14.30, in via Volta, a Sanremo, da un uomo di 30 anni, Luca Delfino, originario della provincia di Alessandria, ma residente a Serra Riccò (Genova), arrestato dalla polizia subito dopo il delitto. Da una prima ricostruzione, sembra che l’assassino, per il quale la polizia sta cercando di appurare il tipo di legame con la vittima, anche se pare certo che si trattasse dell’ex fidanzato, sia giunto appositamente in Riviera, da Genova, per ucciderla. Prima, tuttavia, l’avrebbe a lungo pedinata.

L'ex fidanzato la pedinava Secondogli inquirenti, proprio questa mattina a Sanremo il giovane avrebbe rubato un motorino e un casco per andare a Vallecrosia e spiare la giovane donna che lavorava come commessa in un negozio di abbigliamento. Dopo averla seguita fino a Sanremo, avrebbe atteso che uscisse da un centro estetico di dove si era recata con un’amica per una "doccia solare" - per sfogare la furia omicida. L’ha incrociata per strada, le ha detto alcune parole dal contenuto ancora incerto, quindi avrebbe estratto un coltello da cucina, infliggendole più coltellate in diverse parti del corpo. Luca Delfino è ancora sotto interrogatorio da parte degli agenti del commissariato di Sanremo. Indagini sono in corso per capire il movente dell’omicidio e, dunque, sei si tratti un dramma della gelosia oppure di un delitto conseguente al rifiuto di una relazione.