Sanremo, il Comune scommette sul porto vecchio

Sanremo scommette sul mare e sul suo porto vecchio. Proseguono, infatti, i progetti dell'Amministrazione sullo storico approdo, oggetto di interventi di riqualificazione e messa in sicurezza. Dopo la decisione di spostare i cantieri navali in una zona meno centrale, e quindi fuori dalla vista dei turisti che passeggiano sul lungomare, il consiglio comunale ha dato il via ad un'opera che prevede la realizzazione di un nuovo molo senza alcun onere per le casse del Comune. Si tratta di una darsena, destinata a mezzi navali degli Enti di Stato, che sarà a carico del Provveditorato alle Opere Pubbliche di Lombardia e Liguria.
«Per Sanremo la ricchezza può arrivare anche dal mare - ha detto il consigliere del Pdl Simone Baggioli - la realizzazione della banchina per i mezzi militari, lunga 269 metri, andrà anche a creare occupazione. Con quest'opera sarà poi eliminato il problema della risacca delle mareggiate, causa in passato di ingenti danni per moli e imbarcazioni. Avremo inoltre una messa in sicurezza della diga foranea, sempre a costo zero per il Comune, che scongiurerà il rischio di chiusura del porto». È stato anche approvato un emendamento, presentato da Paolo Leuzzi del Pdl, che riserva una parte della nuova darsena ad uso pubblico. «Garantendo la separazione funzionale delle due parti - specifica Leuzzi - tramite cancelli e recinzioni, destinando all'attracco di imbarcazioni di medie dimensioni la banchina esterna e all'attracco pubblico quella parallela alla diga foranea».
A credere nella scommessa sul mare è anche il consigliere d'opposizione Eugenio Nocita del gruppo Progetto Sanremo. «In un momento di crisi turistica e di problemi di vie di comunicazione - ha detto - credo che rilanciare la via di accesso tramite il mare sia giusto. È importante favorire l'attracco e l'afflusso delle navi da crociera, per fare in modo che la maggior parte di gente possa venire nel nostro territorio». Proprio il turismo crocieristico è, infatti, tra gli obiettivi dell'Amministrazione guidata dal sindaco Maurizio Zoccarato. «Per poter accogliere i tender delle crociere - ha aggiunto Baggioli - abbiamo in progetto la realizzazione di una banchina mobile. Per coprire il costo di 70 mila euro, abbiamo fatto un bando di gara in collaborazione con la Confcommercio per la sua sponsorizzazione».