Per Sanremo spunta un altro solito noto: Fabrizio Frizzi

E se presentasse Fabrizio Frizzi? Un’idea azzardata, come quella di Bruno Vespa. Nel toto nomi per Sanremo che in questi giorni sta circolando in maniera forsennata, salta fuori anche quello del presentatore romano. Rispetto alla proposta Vespa, almeno nel caso di Frizzi saremmo di fronte a un professionista che di mestiere fa il presentatore. Non fa parte di quella rosa di personaggi che potrebbe mettere in piedi un Festival moderno e accattivante per i giovani, ma è certo adatto al pubblico anziano di Raiuno. Per parecchio tempo tenuto in un angolo dal primo canale, Frizzi è tornato alla grande come conduttore di Soliti ignoti, lo show che a primavera è riuscito addirittura a superare Striscia la notizia e che tornerà da settembre, tutti i giorni dopo il Tg1 e anche in versione lunga al sabato sera. Sulla base del riconquistato successo, ai piani alti di viale Mazzini è balenato in testa anche il suo nome per superare l’empasse in cui ci si è trovati. Di questi tempi, infatti, conduttore e piano strategico dovrebbero essere già decisi per prepararsi al meglio all’importante evento. L’idea originale non si è concretizzata: si pensava alla coppia Massimo Ranieri-Gianni Morandi. Anzi al trio: Ranieri-Morandi-Belen. Ma il secondo, ancora arrabbiato con la Rai per via di Canzonissima (aveva lavoravo alacremente per poi scoprire che il progetto era stato cancellato) ha rifiutato l’offerta. Della terza, invece, si sono abbassate le quotazioni a causa delle inchieste sull’uso di cocaina nelle discoteche milanesi. Dopo il caso Morgan e l’esclusione del cantante dai programmi, non è che la Rai può usare due pesi e due misure... Così in corsa è rimasto solo Ranieri che, da solo, non sembra poter reggere l’impatto del teatro Ariston. Comunque, il cantante napoletano nei prossimi giorni si incontrerà con i vertici aziendali. Lui dice che accetterà solo se gli permetteranno di sperimentare nuove formule, ma che comunque non «si sente adatto». Si vedrà. Intanto la proposta è arrivata anche alle orecchie di Frizzi, il quale avrà cominciato a meditare. Fuori corsa è Carlo Conti che nei prossimi mesi sarà super impegnato con L’eredità e con I migliori anni, lo show del venerdì cui è stato affidato anche il difficile compito di gestire lo spazio della Lotteria Italia. Anche Cristian De Sica sembra aver declinato l’invito. Solo Fiorello potrebbe salvare tutto.
Intanto Gianmarco Mazzi, direttore artistico degli ultimi anni, non è stato ancora riconfermato. Anche lui, che nel caso di riconferma avrebbe ovviamente voce in capitolo sulla scelta della conduzione, attende di sapere quale progetto porta avanti l’azienda. Dall’idea di base, discende tutto il resto. Insomma, siamo ancora in alto mare. Non è un bel segno per la rete diretta da Mauro Mazza, già sotto tiro per gli scandali legati ai programmi concessi alla famiglia Tulliani grazie alle intercessioni del Presidente della Camera Fini.