A Sanremo il tricolore su 4 ruote

Piero Longhi vince il tricolore rally, mentre Alessandro Perico conquista la sua prima vittoria tricolore con la Renault Clio Super 1600. Questi i verdetti principali emessi dal 47° Rallye di Sanremo, gara organizzata dall’Automobile Club Sanremo, valida come ottava prova del tricolore rally.
Piero Longhi con il navigatore Maurizio Imerito sono quindi i Campioni italiani rally 2005. Il pilota di Borgomanero, al volante della Subaru Impreza Spec. C, conquista così per la seconda volta il titolo italiano già suo nel 2000. Longhi ha avuto la certezza aritmetica del titolo, conquistato con due gare di anticipo, al termine del 47° Rallye di Sanremo un corsa che lo ha visto gareggiare soprattutto in funzione del titolo. Senza rischiare niente e dopo aver chiuso in scioltezza al comando al prima tappa, Longhi ha poi lasciato che gli altri si scatenassero chiudendo alla fine quarto, controllando unicamente il piazzamento di Andrea Navarra, l’unico ancora in grado di dargli fastidio. Una vittoria di prepotenza per lui e per la Subaru che, comunque, dovrà ancora lottare con la Mitsubishi per il titolo costruttori. Ma il Sanremo ha anche detto altre cose e fra queste che nell’universo del tricolore rally è nata una nuova stella, Alessandro Perico. Il pilota bergamasco ha infatti dominato dall’inizio alla fine la difficile gara ligure, tenendo dietro tutti i migliori piloti del rallismo tricolore con la sua Renault Clio Super 1600.
Ma la brezza della riviera di ponente ha anche portato altre novità. In seconda posizione si è piazzato infatti Sandro Sottile, pilota ligure, che quest’anno ha potuto dimostrare, lungo tutta la serie tricolore, il suo vero valore. «Al via della seconda tappa - ha rilevato Sottile sul traguardo finale - pensavo di poter scavalcare Piero Longhi e ci sono riuscito: a dire il vero avevo anche fatto un pensierino al primo posto, ma queste sono strade più adatte alle Super 1600 che ai Gruppi N. Ad ogni modo non posso lamentarmi: per la prima volta da quando corro, a settembre ho già la certezza di avere un programma per la stagione successiva!». Il suo rilevante piazzamento ha portato punti pesantissimi alla Subaru nella corsa al titolo costruttori.
Al terzo posto ha chiuso Stefano Bizzarri, anche lui come il vincitore al volante di una Renault Clio Super 1600, che con questo risultato si porta in seconda posizione assoluta nel tricolore di categoria. Ai piedi del podio ha quindi concluso il neo campione tricolore Piero Longhi mentre, alle sue spalle, è giunto Andrea Aghini. Solo sesto ha terminato Andrea Navarra (Mitsubishi Lancer Evo VIII), che ha così perso ogni speranza di confermare il titolo della passata stagione. Chiudono la «top ten» ci sono Paolo Andreucci, sempre più vicino al titolo di categoria due ruote motrici con la sua Fiat Punto Abarth, Franco Cunico, Cantamessa e Gabriele Tognozzi, bravissimo con la sua Renault Clio Super 1600. Luca Rossetti (Peugeot 206 Rc), conquistando l’ennesima vittoria nella categoria due ruote motrici gruppo N, si è invece in pratica aggiudicato il tricolore di categoria. Nel trofeo Fiat Panda la vittoria è invece andata a Gianni Barbati.