Sant’Ambrogio, è scontro sul parcheggio

Continua a far discutere il parcheggio sotterraneo di piazza Sant’Ambrogio (nella foto una simulazione al computer). Il progetto non solo divide cittadini (contrari, tanto che si sono organizzati in comitati, sensibilizzando architetti, critici e intellettuali che si sono espressi sui giornali e hanno firmato petizioni) e amministrazione, ma anche la giunta di palazzo Marino. Mentre l’assessore alla Mobilità Edoardo Croci assicura che «il parcheggio si farà, questo è fuori discussione», il collega alla Cultura Vittorio Sgarbi tuona: «Mi batterò con tutte le forze perché siano rispettate le indicazioni del sindaco: spostare il parcheggio di 150 metri. Avvicinandolo alla caserma, si salvaguarda la basilica. farò un appello al ministro Rutelli». Per chiarire alcuni aspetti della spinosissima questione ieri la mattina la commissione parcheggi del Comune, infatti, ha effettuato un sopralluogo. i consiglieri si interrogano sull’opportunità di tenere aperto un cantiere per 5 anni, aspetto che ha spinto il gruppo dell’Ulivo «a chiedere l’interruzione dei lavori».