Sant’Andrea: il 21 maggio porte aperte contro l’ictus

«In Italia sono 200.000 le persone colpite da ictus ogni anno: di queste, 40.000 muoiono entro breve termine e altre 40.000 perdono completamente l’autosufficienza, cambiando così la loro vita e quella delle loro famiglie. In una città come Roma, circa 20 persone ogni giorno vengono colpite da ischemia cerebrale e nella maggior parte dei casi permangono esiti che rendono la persona non più autonoma». Lo rende noto Alice Italia Onlus, associazione per la lotta all’ictus cerebrale.
«In occasione dell’iniziativa “Maggio, mese della lotta contro l’ictus cerebrale” promossa da Alice Italia Onlus - prosegue la nota -, il personale medico della Stroke Unit dell’azienda ospedaliera S. Andrea promuove una giornata ambulatoriale a porte aperte. L’iniziativa si terrà giovedì 21 maggio dalle ore 9 alle ore 13 presso gli ambulatori di Neurologia situati al piano - 1, stanza 45, dell’azienda ospedaliera S.Andrea.
In tale occasione il personale medico della Stroke Unit, team specializzato nella prevenzione e cura delle malattie cerebrovascolari, sarà a disposizione per rispondere alle domande sull’ischemia cerebrale, per illustrare i fattori di rischio che possono essere modificati, per indicare i principali aspetti della prevenzione e per individuare, tramite un colloquio preliminare, eventuali condizioni a rischio ischemico. Alice Italia Onlus è una federazione non lucrativa composta da associazioni di volontariato presente in 19 regioni italiane, formate da persone colpite da ictus, familiari, medici, personale addetto all’assistenza, riabilitazione e volontari.