Al Sant’Elia sono tutti ultras

Ieri nella gradinata superiore della curva Sud dello stadio Sant’Elia, c’erano assiepati qualche centinaio di spettatori sardi che non tifavano per il Cagliari bensì per l’Inter. E questo potrebbe anche essere un segnale positivo.
Molto bene. Dunque, succede che dopo pochi minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro Messina, la curva Nord cagliaritana inizi a chiamare gli interisti dall’altra parte dell’impianto. Il resto del Sant’Elia rimane in silenzio. Cosa sta succedendo? Semplice: i sardi della curva Nord salutano con il poco onorevole aggettivo di «bastardi», i compaesani della curva Sud che si sono presentati con le bandierine nerazzurre e tifano Inter.
Il fatto in sé non sarebbe poi così eclatante se al termine del coro poco onorevole della Sud, lo stadio e la tribuna in particolare, non partissero con un lungo e caloroso applauso di consenso.