Santa Claus è arrivato in città su una slitta carica di musica

PROPOSTE Dai Piccoli Pomeriggi alle orchestre «baby» della Verdi, giornata densa di appuntamenti

Oggi, almeno per gli appassionati di musica, è davvero un’anticipazione del giorno di Natale. Motivo? Molto semplice: l’ultima domenica di Avvento è infatti dolcemente «trapuntata» di concerti all’insegna del vischio e di Santa Claus. Una carrellata di proposte davvero intrigante; peccato che, per alcune, sia obbligata la sovrapposizione. Ma c’è davvero materia per una buona scelta. Cominciamo dall’Orchestra dei Piccoli Pomeriggi Musicali, diretta da Daniele Parziani, la quale, al Dal Verme (ore 11) proporrà un pout pourri di motivi natalizi tradizionali, sia di origine latina sia anglosassone. I «Piccoli» saranno accompagnati dai cori Voci Bianche del Teatro Sociale di Como, SoloCanto e Akses di Milano, diretti da Pilar Bravo. Bambini protagonisti (sia sul palco sia in platea) all’Auditorium Cariplo (ore 11.30, ingresso libero), dove, in perfetta sintonia con il motto dell’originale progetto «Un’orchestra per ogni età: bambini in concerto!», diverse formazioni musicali della Verdi (Orchestra Baby, dai 6 ai 9 anni; Orchestra Kids, dai 9 ai 12; Orchestra Sinfonica Junior, dai 12 ai 18; infine il Coro di Voci Bianche, diretto da Maria Teresa Tramontin), guidate dai maestri Antonio Eros Negri e Giacomo Ceresani, si esibiranno in una performance dedicata a musiche natalizie e popolari, con un programma che affianca trascrizioni di brani classici e jazzistici. Il progetto «Un’orchestra per ogni età» per la città di Milano e la sua provincia, è nato dalla collaborazione tra la Verdi e l’associazione «È Musica Nuova», diretta da Elisabetta Broggi. Variazione sul tema quella dell’Orchestra da Camera Milano Classica, alla Palazzina Liberty (ore 10.30, con replica domani ore 20.45), dal titolo «La musica nel cinema». In programma, composizioni note e meno note di Ennio Morricone, Riz Ortolani, Vince Tempera, Armando Trovajoli e Carlo Rustichelli. Accompagnerà l’ensemble, diretta per l’occasione dal maestro milanese Vince Tempera (anche solo piano), il soprano ungherese Monika Lukàcs. Da segnalare, parallelamente al concerto, la mostra degli pittori del Gruppo Artistico Mediolanum, della Scuola di Arti Visive e del Cral del Comune di Milano. Chiudiamo questa breve rassegna con l’iniziativa degli Amici della Musica che, per il ciclo «Musica&Arena» all’Arena Civica (Sala Appiani, ore 11), propongono il concerto «Haendel e Bach: una sfida mancata». Nati nello stesso anno, i due autori tedeschi (benché il primo naturalizzato inglese), non solo non ebbero l’occasione di incontrarsi ma intrapresero carriere artistiche molto diverse. A spiegarci come, ci penserà l’Aglàia Ensemble con le sue esecuzioni.