Santa Contratti migliori se si affitta a residenti

Un fondo di garanzia a chi affitta a canone moderato per bloccare l'emorragia-residenti a Santa Margherita Ligure. È la nuova politica sulla casa firmata De Marchi che l'altra sera in consiglio ha operato la magnifica sintesi tra maggioranza e opposizione. Una mozione della minoranza a chiedere risposte su una città che perde residenzialità a fronte di affitti insostenibili e il rilancio del sindaco che spiega come stoppare l'esodo si può. A risolverla in moneta sonante «ci costerebbe dai 30 ai 35 milioni di euro - spiega De Marchi - ed è palese che il Comune non può tirare fuori simili cifre». I tasselli della visione in progress si ricompattano: «Noi dobbiamo puntare allo sviluppo di una politica economica che renda le nuove generazioni più forti economicamente e capaci di sostenere canoni di affitto».
Il nodo da sciogliere è proprio questo: «È lì che bisogna incidere - insiste De Marchi - e parallelamente avviare un'operazione di fiducia che veda allo stesso tavolo proprietari di appartamenti, inquilini e Comune che, insieme a Filse, organizzi un confronto sui fondi di garanzia». Una proposta semplice quanto sostanziale perché offre a chi affitta a canone moderato «la possibilità di stipulare contratti da 3 anni più 2 anziché 4 più 4, (...)