Santa Giulia, società pronta alla bonifica

Milano Santa Giulia spa è pronta alla bonifica del parco Trapezio. L’assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Ada Lucia De Cesaris, ha spiegato che la società «ha inviato un documento con una lettera in cui comunica che intende realizzare un progetto di intervento del parco».
Ora il progetto sarà valutato dagli uffici comunali, ma comunque è già «positivo che si sia veramente avviata una fase di collaborazione con la società. Contiamo di avere entro la prossima settimana gli elementi per mettere a tema il cronoprogramma degli interventi per il parco» ha spiegato l’assessore. E si cercherà di capire anche quando potrà essere aperto l’asilo. Per dare un’idea dell’intervento basti dire che riguarda 50mila metri cubi di materiali. La speranza dell’assessore è che «per questa estate i lavori siano abbastanza avanti. L’obiettivo è fare presto, ma fare anche bene».
La zona di Santa Giulia è composta dall’area ex Redaelli ed ex Montedison. Nella zona ex Redaelli stanno finendo i lavori di bonifica dell’asilo e alla promenade saranno tolte le transenne. Nella zona ex Montedison è invece corso la caratterizzazione (cioè la verifica operativa e tecnica per capire cosa c’è nell’area). «E a breve - ha sottolineato l’assessore - sarà realizzata la caratterizzazione delle aree Aler».
Sembrano quindi sciogliersi i nodi che solo fino a qualche settimana fa sembravano ben intricati. La società Santa Giulia infatti aveva contestato la decisione della Conferenza dei servizi dello scorso 12 dicembre, che imponeva una radicale bonifica del Parco Trapezio, sotto sequestro: sbancamento dei cinquantamila metri quadrati di area verde fino al sottostante strato d’argilla (1,5-2 metri di profondità); intervento da completare nei prossimi otto mesi.
La società aveva messo nero su bianco le sue perplessità in una lettera inviata a tutte le autorità competenti.