Santa Margherita incontra l’arte romena

Santa Margherita fino al 22 agosto si tinge dei colori brillanti dell’arte popolare romena, con la mostra «Uomo...spazio...universo» del pittore Emil Ciocoiu. L’esposizione, (gratuita e con orario continuato fino alle 18 e 30 da martedì a domenica, e lunedì con pausa fra le 13 e le 14), avviene a villa Durazzo Centurione, e, in aggiunta, anche al centro culturale «L’incontro con l’arte» (qui rimangono esposte alcune opere fino al 27 agosto). A occuparsi prevalentemente di Ciocoiu è stato anche Nicola Micieli, critico d’arte, che ha definito l’artista «singolare, anzi anomalo, perchè lavora seriamente in profondità, con un proprio stile rigoroso e coerente». Un pittore molto attento e rispettoso delle etnie, e delle diversità fra esse, pur riuscendo a radunarle e sanare i conflitti esistenti nello spazio di una tela, «su un’immensa spianata, un tempio, un parlamento, un luogo consacrato all’incontro e al riconoscimento». E molti sono concordi nell’affermare come la «sontuosità dei suoi colori offra un senso di calda festa, ottimismo e serenità», tanto da definire il pittore come uno «dei più profondi ed espressivi creatori contemporanei».