Santa Messa a San Pietro, Papa sulla pedana mobile: Benedetto come Wojtyla

Oggi il Santo Padre è entrato in san Pietro sulla pedana mobile. Padre Lombardi assicura: "Obiettivo di alleviare la fatica
del Santo Padre"

Papa Benedetto XVI non è entrato in San Pietro camminando, ma per la prima volta ha usato la pedana mobile. La stessa utilizzata da Giovanni Paolo II quando la malattia aveva cominciato a rendere più faticosi i suoi movimenti. "In questo caso - assicura però padre Federico Lombardi, portavoce vaticano - non c’è alcuna indicazione medica dietro la decisione di ricorre a quest’ausilio durante le lunghe processioni, ma solo l’obiettivo di alleviare la fatica del Santo Padre. Esattamente come avviene con la papamobile utilizzata abitualmente da papa Ratzinger per muoversi in mezzo alla folla in piazza San Pietro e, in genere, durante le celebrazioni organizzate in grandi piazzali o su aree molto estese.

Il Papa, che pure ha mostrato grande tenuta fisica anche durante gli ultimi viaggi di questi mesi, benché si trattasse di appuntamenti molto impegnativi e gravosi, vuoi a Madrid vuoi in Germania, è pur sempre un uomo di 84 anni. E' comprensibile, quindi, che si sia pensato a ricorrere a uno strumento che possa rendere più agevole e meno faticose le processioni d’ingresso che precedono i riti più importanti. Ed è molto probabile che al carrello semovente ci si dovrà abituare e che lo si rivedrà in altre occasioni. La messa di oggi è una celebrazione legata al meeting dei nuovi evangelizzatori iniziato oggi, organizzato dal Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione e guidato da monsignor Rino Fisichella.

Nella processione iniziale il Pontefice è partito dalla sagrestia, ha quindi attraversato la navata centrale di San Pietro e ha, infine, raggiunto l’altare centrale. In tutto più di un centinaio di metri. La pedana mobile - una struttura rettangolare dotata di rotelle, di una ringhierina nella parte anteriore e di manubri laterali a cui si appoggiano i sediari che accompagnano il papa - consente, come la papamobile, anche una maggiore sicurezza, perché utilizzandola in basilica "il Papa resta, nel suo percorso, resta al centro della navata maggiore ed è quindi più protetto". Proprio a San Pietro ci sono stati episodi in cui alcune persone hanno cercato di avvicinare il Santo Padre scavalcando le transenne.