A Santa una notte bianca con Elio e le Storie Tese

«La Notte Bianca è come una stupenda colonna sonora per un bellissimo film che altrimenti rimarrebbe muto». Roberto De Marchi, sindaco di Santa Margherita, si trasforma in poeta nel presentare l’evento clou dell’estate sammargheritese che si terrà sabato 3 settembre. «Una Notte Bianca in abito da sera - sottolinea il primo cittadino - che vuole rivolgersi soprattutto alle famiglie». Una sorta di «turismo esperienziale - prosegue - in cui le emozioni sono collocate in un contenitore sublime». I successi delle passate due edizioni galvanizzano De Marchi, orgoglioso nell’annunciare che la Notte Bianca del 2010 è stata recensita sul sito web del Usa Today che, insieme al Wall Street Journal, è il più importante organo di informazione americano. Trentamila persone attese per un evento il cui programma si preannuncia ricco grazie anche alla vivacità di commercianti, associazioni e imprenditori locali. Dall’amministrazione comunale 57mila euro, di cui la maggior parte, 39mila euro, verrà riservata per la band «Elio e le Storie Tese», ospite di punta della manifestazione alle 23 nell’Anfiteatro dei giardini a mare.
Ma le emozioni e i colori esploderanno già nel pomeriggio: alle 17.30 con la distribuzione di vini e bibite nella zona Lido, la mostra fotografica «Nayée Asha» in piazza Caprera e l’aperitivo musicale in via dell’Arco. Poi, a cascata, una pioggia di appuntamenti che animeranno tutta la città, frazione di San Lorenzo della Costa compresa.
Alle 21 il tributo a Vasco Rossi in via XXV Aprile; alle 21.30 il concerto jazz dei Milano Dixie Quintet nell’ingresso della Calata Porto; alle 22 l’esibizione di Max Manfredi e Roberta Alloisio in piazza del Sole e il dj set in largo Giusti e nei giardini intitolati alle Vittime delle Foibe. All’una di notte, musica dance nella rotonda a mare e revival anni ’80 e ’90 nella banchina di Sant’Erasmo. Il sipario sulla Notte Bianca sammargheritese sarà calato da «I Magot» che, dalle 4.30, porteranno sul palco di Villa Durazzo un mix di poesie e canzoni d’autore. Solo alle 6, brioche in mano e sguardo al sole che sorge, si potrà tornare a casa.