Santa Sede contro una tv israeliana: "Blasfema"

Chiesto
e ottenuto un intervento delle autorità israeliane allo scopo
di far oscurare un programma televisivo in onda su una emittente
privata israeliana. L'accusa: vengono ridicolizzati con
parole e immagini blasfeme il Signore Gesù e la Beata Vergine
Maria. Il Vaticano: "Volgare e offensiva"

Roma - Il Vaticano ha chiesto e ottenuto un intervento delle autorità israeliane allo scopo di far oscurare il programma televisivo di Lior Shlein (nella foto grande), che va in onda su una emittente privata israeliana. L'accusa: "Vengono ridicolizzati con parole e immagini blasfeme il Signore Gesù e la Beata Vergine Maria".

Parole e immagini blasfeme "L’assemblea degli ordinari cattolici di Terra Santa - si legge nella nota vaticana - ha espresso pubblicamente lo sdegno e la protesta dei cristiani per le trasmissioni mandate in onda nei giorni scorsi dalla televisione privata israeliana Canale 10, nelle quali venivano ridicolizzati, con parole e immagini blasfeme, il Signore Gesù e la Beata Vergine Maria". "Le autorità governative, subito interessate dal Nunzio apostolico - aggiunge la nota - hanno prontamente assicurato il proprio intervento al fine di interrompere tali trasmissioni e ottenere pubbliche scuse dalla stessa emittente".

Lo sdegno del Vaticano "Mentre si manifesta solidarietà ai cristiani di Terra Santa e si deplora un così volgare e offensivo atto di intolleranza verso il sentimento religioso dei credenti in Cristo - conclude il comunicato della Santa Sede - si rileva con tristezza come vengano offesi in modo così grave proprio dei figli di Israele, quali erano Gesù e Maria di Nazareth". Il programma è stato messo in onda nei giorni scorsi, quasi in contemporanea con l’annuncio ufficiale del viaggio del Papa in Terra Santa.