Santa Veleni e minacce di morte sul voto

Altro che veleni. La campagna elettorale per la poltrona di primo cittadino di Santa Margherita Ligure comincia addirittura con una pistola. Quella disegnata su una lapide nei pressi della cappella delle famiglie Dapelo e Caprile, vicine al candidato sindaco del Pdl, Gianni Costa. È successo ieri mattina. Nel cimitero comunale di Santa un visitatore è rimasto di stucco davanti alle scritte di insulti e minacce di morte. «Hai già rovinato Santa Margherita. Non insistere ancora. Sparati prima che lo fanno gli altri. Abbi un po’ di pudore. Bastardo», e accanto alla scritta il disegno di una rivoltella. Immediatamente avvisato (...)