Santacroce guiderà la Corte d’Appello

Da domani la Corte d’appello di Roma, il più grande ufficio giudiziario d’Europa, avrà un nuovo presidente: si tratta di Giorgio Santacroce, 66 anni, nato a La Spezia, ma romano da sempre. La sua grande esperienza nelle inchieste sul terrorismo insieme a quella di pubblico ministero, sono state le caratteristiche che hanno portato il Csm a sceglierlo, votandolo all’unanimità lo scorso 7 febbraio. L’obiettivo dichiarato nel nuovo ufficio è quello di diminuire il carico di arretrato che soffoca la Corte d’appello. Il suo incarico, sulla carta, durerà 9 anni. Succede a Giovanni Lo Turco.