Sant'Antimo, preso il basista della tentata rapina finita con la morte del tabaccaio

Tammaro Pedata, 44 anni, commerciante di Sant’Antimo, nel napoletano, è stato arrestato
nell’ambito delle indagini sulla tentata rapina a un tabaccaio finita con l’uccisione dell’uomo

Napoli - Tammaro Pedata, 44 anni, commerciante di Sant’Antimo, nel napoletano, è stato arrestato nell’ambito delle indagini sulla tentata rapina a un tabaccaio finita con l’uccisione dell’uomo. Nei confronti di Pedata la Procura della Repubblica di Napoli ha emesso un decreto di fermo di pm, ritenendolo il basista della tentata rapina a mano armata a Francesco Gaito e contestandogli il concorso in omicidio insieme ad altre persone ancora non identificate.

Il colpo finito nel sangue è stato tentato nella mattina dell’8 ottobre scorso a Sant’Antimo; Gaito, titolare di una tabaccheria nel grosso centro del napoletano insieme ai fratelli, fu avvicinato da due persone armate mentre portava in banca l’incasso del week end, circa 10mila euro, e, a un suo tentativo di reazione fu colpito al fianco, di spalle, da un colpo di pistola calibro 9x21.