Santoro sfida la par condicio: vado avanti

Un «Annozero» senza politici? Ma non sarebbe come pensare a una partita di calcio senza pallone? Evidentemente no, almeno secondo il conduttore Michele Santoro, che, in una lettera al direttore generale della Rai Mauro Masi, spiega che la sua trasmissione «potrà comunque continuare ad andare in onda con cadenza settimanale senza politici, anche in giorni diversi dalla sua normale programmazione, per il periodo indicato, con obiettività, completezza e imparzialità». A tanto è disposto Santoro pur di non essere allontanato dalle telecamere di Rai2 dopo l’approvazione, da parte della commissione di Vigilanza Rai, del regolamento per la par condicio in campagna elettorale per le Regionali. Nella lettera Santoro è tornato poi a denunciare la «gravità» delle norme regolamentari adottate, «perché in contrasto con legge e principi costituzionali».