La «Sapaz» al 32% Tata punta l’Europa

Fiat

L’accomandita Giovanni Agnelli & c. (Sapaz) è salita dal 30,4% al 32,7% di Fiat per effetto delle azioni proprie detenute dalla controllata. È quanto emerge dagli aggiornamenti Consob sulle partecipazioni rilevanti. Le azioni detenute da Fiat e senza diritto di voto sono pari al 2,338%. Fiat ha annunciato un piano di buy back il 5 aprile scorso e l’11 gennaio aveva in portafoglio 34,5 milioni di azioni. Intanto Ratan Tata, il presidente del gruppo indiano, vuole portare la Nano, utilitaria low cost, in Europa con Fiat. «Con Nano vogliamo motorizzare milioni di famiglie indiane, ma siamo pronti a venderla anche in Europa. Ne parlerò con Marchionne».