Sapevo che finiva male e ho vinto 5 euro

Sabato sera, al bar con gli amici io l'avevo detto: «Raga, domani la vedo male. Tutte queste assenze mica mi convincono». Non volevo fare il menagramo di turno, solo che leggere la lista dei convocati e vedere la Samp che gioca in difesa senza Accardi e Campagnaro, con il debuttante Bottinelli titolare e al solito senza una punta a sostegno di Cassano mi ha spaventato. Ho anche scommesso cinque euro davanti ad un Montenegro con un amico che non ce l'avremmo fatta a sbancare l'Olimpico, mentre lui ostentava ottimismo. Così è stato. Anche se ad inizio partita, credevo che la mia scommessa sarebbe andata persa. E l'avrei perduta volentieri. Prima Cassano, poi Sammarco quindi Padalino mi hanno fatto pensare che Mazzarri sia un autentico mago della panchina. Mi sono detto «ce la facciamo anche oggi». Poi, però, quella palombella di Zarate ha spento ogni entusiasmo, non solo mio, ma anche dei ragazzi che hanno giocato senza mordente. Il 2-0 di Pandev ha solo segnato la fine anticipata della partita. Mi consolo con i cinque euro vinti al mio amico. Prometto che per domenica prossima scommetterò sulla nostra vittoria. Dai ragazzi, siamo solo all'inizio.