«La Sapienza» boccia il promosso genovese

Concorsi all'italiana. Ne ha fatto esperienza il sottoscritto. Protagonista l'Università La Sapienza di Roma (ancora!) che lo scorso autunno aveva indetto un concorso per un master legato alla comunicazione scientifica.
Titolo: «Le scienze della vita nel giornalismo e nei rapporti politico-istituzionali». Sembra una buona opportunità: mi iscrivo.
Osservo fin da subito che nel bando, con la solita verbosità giuridica, compare la dicitura: «Il master non verrà attivato se non si raggiunge il numero minimo di 10 iscritti».
A pochi giorni dal concorso, fissato a dicembre 2007, giunge ai candidati la comunicazione via e-mail che il concorso è rimandato a gennaio e che le iscrizioni sono ancora aperte. (...)