«Sapore di mare» per il Corporate

Due classiche gare dal “sapore di mare” hanno concluso il mese di giugno del Corporate Golf Challenge: Cervia (il 23 di giugno) e Albarella (il 30). La location dei due percorsi ha richiamato squadre e giocatori un po’ da tutta Italia: Triveneto, Lombardia, Umbria, Lazio e, naturalmente, Emilia Romagna. Ma la voglia di mare e di vacanze è rimasta chiusa nella sacca. Sul green è stata, come al solito, competizione ai massimi livelli, anche per l’importanza della posta in pallio.
Per molti team era l’ultima occasione per tentare l’accesso alle semifinali, una vera e propria corsa all’ultima spiaggia di fronte alla quale il caldo, i chilometri, il rush finale lavorativo prima delle ferie, diventano solo dei dettagli trascurabili.
Alcuni giocatori, presenti nelle due gare “balneari” hanno anche confidato agli organizzatori che, essendo già in estate, oltre a praticare un vero e proprio slalom tra appuntamenti e riunioni fiume in ufficio sono stati costretti a una pianificazione logistica da primato con le famiglie per conciliare le sfide del Corporate anche con le esigenze di una meritata vacanza in famiglia. Cosa non si fa per il Torneo dedicato alle aziende più titolato e prestigioso d’Italia.
Trenta le squadre in gara a Cervia e 36 quelle invece presenti ad Albarella con partenze dal primo mattino. Su entrambi i fronti giornate splendide, soleggiate e, specie ad Albarella, cielo terso senza afa. Campi in ottime condizioni e segreterie efficienti avvezze da quasi un decennio ad ospitare le tappe più affollate del Challenge.
Con un punteggio finale di 86 colpi la squadra Resina (U. Bolognesi, C. Forcellini, F. Di Pietro, G. D’Amato) si è aggiudicata la tappa di Cervia. Prima squadra lordo www.sport365.it (E. Plantulli, F. Padovani, C. Porisini, R. Cola) con 71. Seconda Lamfos Ingranaggi (M. Vacchi, M. Franchini, M. Mora, M. Foscherari), storica squadra bolognese iscritta al circuito sin dalla prima stagione; terzo gradino del podio per Rbi Immobiliare (G. Gandolfi, E. Rossetti, G. Gandolfi, A. Squarcetti).
Questo il commento di Marco Foscherari, capitano della Lamfos Ingranaggi: “la nostra squadra si è battuta alla grande con un exploit sulle seconde nove buche. Ci siamo infatti presenti sul tee della 11 con un misero meno uno e nelle 7 buche mancanti abbiamo accumulato un vantaggio che ci ha portato a meno dieci. Il risveglio del nostro Matteo Vacchi che è stato davvero decisivo. Conosciamo bene il campo dove ci capita spesso di giocare, lo abbiamo trovato in ottime condizioni. Adesso ci aspetta la semifinale che, con ogni probabilità, disputeremo a Roma”.
Ottimo il risultato di Banca Profilo (M. Fasoli, G. Dalla Bona, A. Polizzari, E. Borra) che ha staccato la concorrenza ad Albarella aggiudicandosi il premio più ambito con un punteggio finale di 88 colpi. Prima squadra lordo Tabacchi (E. Tabacchi, A. Patissi, T. Tabacchi, C. Patissi). Seconda squadra netto la Termotecnica (M. Bernazzani, L. Corvi, S. Pagani, V. Scaletti) con 86 e terza Rost e Essebi edil (D. Peretti, S. Tovò, G. Varini, F. Scarazzai) con 85.