Sapori d’altri tempi: è la festa del grano

Antrodoco festeggia il grano, che in questa splendida vallata è ancora coltivato come agli inizi del secolo scorso. In località Vignola, a 6 chilometri da Antrodoco, in una terra di confine tra Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, si potrà riscoprire l’ultima frontiera di un mondo contadino ormai in via di estinzione. In una piana dove si respira storia e cultura, la Pro Loco di Antrodoco, in collaborazione con il consorzio tra le Pro Loco della Via del Sale, ha organizzato la quarta edizione di questa suggestiva festa. Ad aprire la manifestazione, la celebrazione della messa con la benedizione del grano e una prima offerta di un prodotto semplice e genuino da questo derivato: le «Pagnottelle». Contemporaneamente all’apertura degli stand gastronomici e dei prodotti tipici locali, numerosi artigiani del legno, del ferro e della ceramica riproporranno vecchie lavorazioni ed esporranno i loro prodotti. Nel pomeriggio, le musiche e organetti allieteranno i presenti, mentre negli stand verrà data una dimostrazione della lavorazione del formaggio di pecora e di capra, utilizzando il vero metodo tradizionale. A conclusione della serata, ci sarà il tradizionale «fidanzamento delle pupazze», con relativo ballo. La rievocazione delle Pupazze, che simboleggiano le terre estreme del territorio della Via del Sale, è una tradizione popolare tra le più antiche e più comuni del territorio, legata ai festeggiamenti del raccolto e ai riti propiziatori per l’anno successivo e rappresenta la capacità di riunirsi per dare vita e forza ad una zona spesso dimenticata, ma piena di cultura e tradizione. Ad Antrodoco il 9 marzo del 1821 si concluse la prima battaglia del Risorgimento, combattuta tra le truppe carbonare del Generale Guglielmo Pepe e le truppe austriache del generale Frinont. Per informazioni telefono 074658081.