"Sarà divertente scoprire l'Expo con mio figlio"

Martina Colombari, Ambassador dell'Esposizione Universale: "Io ci sarò. Questo è un grande evento per tutti, l'educazione alimentare è fondamentale"

"Certo che porterò mio figlio all'Expo Milano 2015. E' molto curioso, vede il logo colorato in tutta Milano, la divertente mascotte Foody con la famiglia di frutti e ortaggi che l'attornia, a scuola con i compagni ha fatto dei lavori sull'Expo e sull'alimentazione...», Martina Colombari, modella e attrice, parla da mamma e da Ambassador di Expo e invita le famiglie a visitare l'Esposizione Universale assieme ai figli.

"Sarà divertente scoprire insieme a lui, ad esempio, la vita dell'uomo attraverso il cibo che sarà narrata al Padiglione Zero di Davide Rampello - aggiunge -. Dal primo maggio al 31 ottobre le occasioni per rendere indimenticabile la visita saranno tantissime. E' davvero una grande opportunità per le famiglie con appuntamenti adatti a tutti. Basta pensare ai National Day dove tutta l'Expo sarà dedicata a un Paese Partecipante che metterà in mostra usi, costumi, storia, cultura, innovazione, cucina e per un giorno si potrà vivere quel mondo".

Martina Colombari a metà novembre è stata anche testimonial nella tappa di Bologna dell'ExpoExpress, il treno che sta girando l'Italia per promuovere l'Esposizione. «In quella occasione ho capito che l'Expo è rivolto a tutti. Milano ospiterà 147 Paesi, ma Milano è Italia e il messaggio va portato dappertutto, l'interesse e la curiosità per il grande evento deve arrivare anche da noi italiani, non solo da chi ospiteremo. Si parlerà temi importanti legati all'alimentazione, all'ambiente, al pianeta e al suo futuro. E penso anche - prosegue - che ogni mamma vorrebbe nutrire i propri figli con alimenti sani, capire perché ci sono tanti bambini obesi mentre in tante parti del mondo si combatte la fame, aver consigli su come combattere lo spreco di cibo per la sostenibilità, nell'interesse delle generazioni future, imparare a diventare cittadini consapevoli e a non dare tutto per scontato perché, come dice il professor Veronesi, siamo quello che mangiamo. Per questo Expo è per tutti. Trovo anche bella e intelligente l'idea di regalare i biglietti. Nei sei mesi dell'Esposizione si potranno incontrare personaggi, assaggiare le cucine del mondo, partecipare a eventi, show, far divertire e incuriosire i bambini, educarli alla corretta alimentazione e allo sport. Expo ha un grande valore per la vita quotidiana e il futuro dei giovani".
"Aggiungo un'ultima cosa - conclude Martina Colombari - mi auguro che, finito tutto, molte strutture rimangano e siano destinate a usi sociali per la città".