«Sarà la nuova Palio la low cost di Torino»

nostro inviato a Ginevra

«Se parlando di low cost (un'auto particolarmente economica, prodotta soprattutto per i mercati emergenti, ndr) si intende quella che vuole fare la Tata, direi di no. Se invece si pensa a una low cost sul genere della Dacia Logan allora ci stiamo pensando».
Dal Salone di Ginevra l'ad della Fiat, Sergio Marchionne, conferma l'anticipazione di settembre del Giornale, secondo cui il gruppo aveva preso in considerazione l'ingresso nel mercato low cost con un proprio modello.
Unica differenza è l'avvio della produzione: il Brasile e non la Turchia. «Pensiamo a un replacement della Palio - ha precisato Marchionne -: del resto la Fiat aveva già la sua low cost: era la precedente Palio. Quella nuova, lo posso assicurare, è bellissima». La vettura per i mercati emergenti (ma potrebbe essere importata anche in Europa) è attesa entro il 2010. Per quanto riguarda il progetto Tata, Torino potrebbe dare il necessario apporto tecnologico al veicolo che gli indiani proporranno per il loro mercato.
Si tratta di una vetturetta a quattro ruote il cui costo è intorno a 2mila dollari, una sorta di Ape per quei Paesi dove più che all'estetica si guarda alla praticità del mezzo.