«Sarà un presidente di parte»

Da destra a sinistra la stampa francese vede una strada tutta in salita per Giorgio Napolitano. Il quotidiano conservatore Le Figaro analizza le conseguenze del voto sul presidente. «La difficile elezione» di Napolitano mette fine al «ruolo tradizionalmente consensuale che riveste la sua funzione in Italia. E sottolinea una volta di più la fragilità della coalizione di Romano Prodi». Per Le Monde, che evidenzia in particolare l’ostilità della Lega Nord nei confronti dell’ex ministro dell’Interno, Napolitano «avrà un compito delicato alla testa di un Paese diviso». Analoga la valutazione di Libération, che scrive come Napolitano «avrà la missione simbolica ma molto pesante di unire un Paese diviso in due dopo le elezioni legislative».