Sarà sepolto a Milano con fiches e sigarette

Una fiche, un telecomando, le carte da gioco e l’immancabile pacchetto di sigarette. Gianfranco Funari sarà sepolto con i simboli della sua esistenza: la passione per il gioco, il fumo per colpa del quale - diceva - si era giocato la vita, la televisione a cui si è dedicato anima e corpo. Così ha annunciato la moglie Morena Zapparoli. I funerali si svolgeranno martedì alle 14.45 nella chiesa di San Marco a Milano. Morena desidera infatti che Funari venga tumulato a Milano. La vedova, che ha chiesto a chi intende inviare fiori per la cerimonia funebre di dare un aiuto economico al reparto di pediatria dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano, in serata ha telefonato in diretta a Studioaperto che stava trasmettendo su Italia 1 uno speciale dedicato a Funari e ha rivelato che il marito è stato lucido fino all’ultimo. «L’ultima frase gli ho detto, quando l’ho baciato stamattina, è stata “tu con la morte non c’entri un...” e dovrei dire una parolaccia, lo avrete immaginato». Oggi Raisat Extra trasmetterà in prima serata un’antologia di due ore sulla carriera del conduttore. E sarà commemorato anche dal Comune di Milano, martedì prossimo nell’aula consiliare di Palazzo Marino. «Funari aveva con Milano un legame fortissimo - ha sottolineato Manfredi Palmeri, presidente del Consiglio comunale milanese -. Dagli esordi al Derby all’impegno nella televisione in Rai e nei network privati, sino ai suoi ultimi mesi, purtroppo segnati dalla sofferenza. Era, insomma, un romano milanese».