Sarà Susy Villan a scrivere l’ultimo libro fisico della storia

SHANGHAI, 23 febbraio 2087. Sarà Susy Villan a scrivere l’ultimo libro su disco fisico della storia. Poi, come recita l’articolo 123 della Riforma Universale, dall’1 gennaio 2090 «tutte le opere dell’ingegno umano non finalizzate direttamente alla conservazione della specie saranno affidate esclusivamente alla Memoria Immateriale».
La scrittrice italo-finlandese, autrice di Lasciami stare, (2079), Cammina piano (2082), Senti un po’ (2084) e dell’autobiografia Esortata (2085), ha ricevuto il prestigioso incarico dalla Commissione dei Saggi riunitasi ieri a Shanghai. Il romanzo della Villan verrà distribuito dall’1 giugno 2089 in tutti i Centri di Acquisto del Primo e del Secondo Impero. Interpellata subito dopo la decisione dei Saggi, l’autrice non ha nascosto la propria soddisfazione. «La mia prossima e ultima opera - ha detto la popolare Susy - sarà la summa di un lavoro ventennale. Un libro corale, animato da una grande sensibilità per la natura in tutte le sue forme».
La Villan vanta schiere di lettori in molti Paesi, compresa la Cina. E proprio ieri in alcune città cinesi, come ha fatto prontamente sapere lo staff editoriale della scrittrice, subito dopo l’annuncio della decisione dei Saggi molta gente si è riversata per le strade a festeggiare. Alcuni esponevano cartelli con la scritta «Susy, guardami», e molti indossavano collane fatte con i dischi dei loro libri preferiti.