Sarandon: «Per essere sexy imparate dalla Magnani»

Roma. Era in Prima pagina già da ragazza, Susan Sarandon, quando all’epoca del film di Billy Wilder recitava con i «mostri sacri» Walter Matthau e Jack Lemmon. Ora lei è sugli schermi con gli Amabili resti e non stupisce che resista sul fronte della notorietà. Ieri l’attrice Usa ha animato il primo appuntamento 2010 della rassegna Viaggio nel cinema americano, test preparatorio al Festival del Cinema di Roma. «Doveva venire a Roma anche mia figlia Eva Amurri, per far visita alla nonna, ma per fortuna ha trovato un nuovo ingaggio in America», dice Susan. Con ritocchi plastici in bella vista, la diva, a proposito dell’essere sexy, spiega: «Quando avevo l’età di mia figlia guardavo in Tv Anna Magnani e Melina Mercouri. Erano donne splendide». Nello show di Barbareschi su La7, venerdì sera, aveva fatto dichiarazioni shock come «secondo me la marijuana andrebbe legalizzata».