Saranno del gruppo canadese Bombardier i nuovi treni regionali francesi

Vinta la gara per i nuovi treni a due piani indetta dalle ferrovie francesi. Il contratto quadro prevede la progettazione e la realizzazione di 860 convogli per un valore totale di 7 miliardi

Bombardier Transportation si è aggiudicata la gara per i nuovi treni regionali a due piani indetta dalle ferrovie francesi (Sncf). Il contratto quadro prevede la progettazione e la realizzazione di 860 treni a doppio piano per il trasporto regionale per un valore totale di 7 miliardi di euro, finanziati dalle Regioni francesi. Contestualmente alla firma dell'accordo quadro, Sncf ha firmato l'ordine dei primi 80 treni per un valore di circa 800 milioni di euro. Finora sono sei le Regioni che finanzieranno questo progetto: Aquitaine, Bretagne, Centre, Nord-Pas de Calais, Provence-Alpes-Côte d'Azur e Rhône-Alpes. Le prime consegne sono previste per la fine di giugno 2013 e si concluderanno entro dicembre 2015.
Bombardier ha realizzato una piattaforma completamente nuova del treno a due piani appositamente per questa gara. Il treno ha le seguenti caratteristiche: il concetto modulare soddisfa le diverse esigenze per i servizi suburbani, regionali e Intercity; le ampie carrozze offrono ampi spazi e un elevato livello di comfort; l'architettura articolata e l'assenza di barriere tra una carrozza e l'altra creano la totale visibilità all'interno del treno e un maggiore senso di sicurezza.
Questo treno ha caratteristiche tecniche innovative in termini di affidabilità e sostenibilità, e genera notevoli benefici economici, come la riduzione dei costi di manutenzione e consumo di energia.
Il nuovo treno regionale a doppio piano è stato ideato dal team di Bombardier di Crespin, nel nord della Francia, dove lavorano 2.000 addetti, di cui 500 ingegneri. Bombardier progetterà, costruirà e testerà questo materiale rotabile presso lo stesso sito produttivo.
«Questa commessa dimostra la leadership di Bombardier nell'industria ferroviaria e nel trasporto regionale in particolare» ha dichiarato Roberto Tazzioli, presidente e amministratore delegato di Bombardier Transportation Italy, che ha poi confermato «la volontà di partecipare a tutte le gare che si apriranno per il trasporto locale in Italia, per le quali siamo pronti a portare nei nostri stabilimenti di Vado Ligure parte importante della produzione».
Bombardier in Francia ha già all'attivo una commessa per 700 treni per il trasporto regionale del modello Agc - Autorail grande capacité e per 172 esemplari (con opzione per ulteriori 200) dello Spacium, che ha debuttato nell'Ile de France lo scorso 13 dicembre.
Il gruppo canadese Bombardier è tra i leader mondiali nelle soluzioni innovative per il trasporto, dall'aereo per il trasporto regionale all'aereo da turismo, agli strumenti per il trasporto ferroviario, sistemi e servizi. Le entrate per l'anno fiscale al 31 gennaio 2009 sono state di 19,7 miliardi di dollari e i titoli sono trattati sulla Borsa di Toronto. Bombardier Transportation ha il suo quartiere generale a Berlino ed è presente in più di 60 Paesi. Ha all'attivo 100mila veicoli di sua produzione circolanti in tutto il mondo. In Italia il gruppo impiega circa 800 persone, 600 delle quali nello stabilimento di Vado Ligure, fondato nel 1905 e dove ad oggi sono state costruite più di 1.500 locomotive; le restanti 200 persone lavorano nel centro di ingegneria di Roma, dedicato allo sviluppo dei sistemi di controllo ferroviario, strumenti di segnalazione e sistemi di gestione del traffico ferroviario.