Sardegna, Alitalia ricorre al Tar

da Milano

Come era già stato anticipato, ieri l’Alitalia ha presentato un ricorso al Tar del Lazio contro l’Enac, per la mancata aggiudicazione delle rotte Milano-Cagliari e Roma-Cagliari, operate in regime di continuità territoriale. L’Enac ha assegnato il servizio da e per la Sardegna a Meridiana e AirOne; l’Alitalia semplicemente - ha spiegato l’Enac - non ha presentato entro i termini la richiesta di partecipazione alla gara. L’ex compagnia di bandiera, da parte sua, sostiene di aver in ogni modo manifestato l’intento di proseguire nell’attività finora svolta, e bloccata da ieri. Martedì si era ipotizzata una trattativa tra Alitalia (meno 3% in Borsa) e Meridiana per un accordo di code-sharing, che permettesse quindi comunque alla compagnia di Cimoli di servire la Sardegna. Preoccupazione - ma anche rassicurazioni da parte della compagnia - per i lavoratori di stanza nell’isola.
Frattanto l’Enac «sanzioni alla compagnia Ryanair in base al Regolamento comunitario in materia di compensazione e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato». L'eventualità è legata alla questione della rotta Alghero-Roma Ciampino «che la compagnia Ryanair - spiega Enac - non potrà più effettuare dato il regime per i collegamenti con la Sardegna. Il vettore irlandese era a conoscenza da oltre un anno del nuovo decreto e della conseguente impossibilità di operare tale collegamento a partire dalla data di entrata in vigore del nuovo regime (data che è stata in seguito fissata per il 2 maggio). Nonostante ciò Ryanair ha continuato a vendere i biglietti e non ha avvertito con il dovuto anticipo i passeggeri contravvenendo a quanto stabilito dai regolamenti comunitari e nazionali in materia e dalla Carta dei diritti del passeggero».