Sardegna, via libera del Tar ai voli low-cost

No alla sospensione chiesta da Airone e Meridiana. Legittima la decisione del ministero dei Trasporti dopo l'intervento della Ue: voli al via dal 28 ottobre

Roma - Via libera del Tar del Lazio alla liberalizzazione dei voli per la Sardegna. I giudici amministrativi hanno respinto la richiesta, avanzata da Airone e Meridiana, di sospendere il decreto legge con cui il ministero dei Trasporti, lo scorso 3 luglio, ha concesso alle compagnie low cost la possibilità di collegare Olbia, Alghero e Cagliari con Malpensa, Orio al Serio e Ciampino.
Dopo l’esclusione di Alitalia dalla copertura delle rotte per la Sardegna, in base al decreto legge del 29 dicembre del 2005 che stabiliva «gli oneri di servizio pubblico» sui voli da e per l’isola, Airone e Meridiana erano rimasti gli unici vettori in grado di assicurare il servizio. Fino allo scorso 3 luglio, infatti, i tre scali di Malpensa, Orio al Serio e Ciampino facevano parte di due sistemi aeroportuali, quelli di Roma e Milano, per cui chi si aggiudicava le rotte in regime di continuità territoriale per l’isola non aveva concorrenti neanche su Linate, Malpensa e Bergamo, in un caso, e Fiumicino e Ciampino, nell’altro.

Ue contro i monopoli Su esplicito invito della commissione europea, lo scorso luglio il ministero dei Trasporti ha provveduto a modificare il decreto del 2005, esonerando (a partire dal prossimo 28 ottobre) i voli da e per la Sardegna in programma negli scali di Malpensa, Orio al Serio e Ciampino dal rispetto degli oneri di servizio pubblico, che restano in vigore nei soli scali di Fiumicino e Linate. In tal modo le compagnie low cost interessate alle rotte per l’isola sono tornate in gioco. Nell’ordinanza con cui il Tar ha respinto la richiesta di sospensione del provvedimento avanzata da airone, si riconosce la piena legittimità del nuovo decreto ministeriale. In particolare i giudici hanno ritenuto «non condivisibile la censura di violazione» della legge che prevede l’obbligo di avvisare dell’avvio di un procedimento amministrativo tutti i soggetti interessati.
Per quanto riguarda invece la richiesta di Meridiana, il collegio afferma che «sussistono seri dubbi di ammissibilità del ricorso, non risultando lo stesso notificato almeno a un controinteressato, e cioè ad uno dei vettori che trae vantaggio per effetto dell’eliminazione degli oneri di servizio relativamente agli aeroporti di Ciampino, Bergamo e Malpensa».