Sarkozy applaude il colombiano d’Italia

Nicolas Sarkozy applaude un colombiano d’Italia, Mauricio Soler che vive a Villongo in provincia di Brescia e si aggiudica in perfetta solitudine la tappa di Briançon. Nicolas Sarkozy applaude anche un danese d’Italia come Michael Rasmussen, che vive sul Lago di Garda, a Lazise, che alla fine della giornata è sempre in maglia gialla.
Nicolas Sarkozy è il primo presidente della Repubblica che segue sull’ammiraglia del direttore di corsa la gara più famosa del mondo e avrebbe voluto vedere volentieri Christophe Moreau, il campione di Francia, là davanti, ma si accontenta di aver fatto un bagno di folla e popolarirà.
Un po’ come noi italiani, che non abbiamo un solo uomo in grado di lottare per la maglia gialla (Cioni, 50° a 33’), ma ci accontentiamo di avere tanti corridori in corsa che hanno scelto l’Italia per vivere e soprattutto per diventare buoni corridori professionisti.
Il colombiano d’Italia Mauricio Soler vince a Briançon e precede di 38” lo spagnolo dei sospetti Alejandro Valverde (il «Valv-Piti» dell’Operacion Puerto, di cui gira voce che le prove a suo carico siano state distrutte. In pratica le sacche con la sigla «Valv-Piti», non ci sarebbero più: non male, no?) che ora è secondo in classifica generale a 2'35" da Rasmussen.
Ad accendere la tappa è l’ucraino d’Italia (anche lui vive da noi, a Poggio a Caiano, in provincia di Prato) Yaroslaw Popovych, che scollina da solo ai 2.770 m dell’Iseran, tetto del Tour. Dopo una quarantina di km viene raggiunto dagli spagnoli Gutierrez e Astarloza, dall’olandese Clement, dal russo Gusev e dal francese Vaugrenard. I sei attaccano insieme il col du Telégraphe, dove accelera Astarloza e si stacca Vaugrenard. Dal gruppo intanto esce Soler, che sul Galibier va a prendere i fuggitivi e li stacca uno a uno. Inizia anche la lotta dei big: i primi colpi li sferra Valverde, che provoca il cedimento di Vinokourov (arriverà con un distacco di 3’24”), mentre l’altro leader dell’Astana, Klöden, resiste. Poi Contador con uno scatto secco molla tutti, va a prendere il compagno di squadra Popovich e si lancia con lui all’inseguimento di Soler, ma invano: i due saranno anzi raggiunti dal gruppetto della maglia gialla.
Oggi la strada torna a spianare: 10ª tappa, Tallard-Marsiglia di 229,5 km, tappa per uomini veloci.
TV: dalle 12.30 diretta Eurosport e dalle 12.40 diretta Rai Tre.